Waiting for London 2012 Olympic and Paralympic Games!

Standard

Finalmente l’estate 2012 sta per arrivare prontissima ad accogliere l’evento sportivo mondiale per eccellenza: le Olimpiadi, che aprono ufficialmente le gare il 27 Luglio 2012 e terminano il 18 Agosto 2012.

La città di Londra, che ospita l’evento olimpico per la terza volta, é stata eletta sede delle Olimpiadi nel luglio del 2005 a Singapore dal Comitato Olimpico Internazionale dopo un accesissimo confronto. L’Olympic Delivery Autority è l’ente che sovraintende alla costruzione del villaggio dove si svolgeranno la maggior parte degli eventi legati alle olimpiadi e ha specificato che si cercherà di creare un parco che, una volta finiti i Giochi, sia anche un’eredità per l’area di Londra, uno dei più grandi parchi urbani realizzati nel paese negli ultimi 150 anni.

Londra cercherà di ridurre al minimo l’emissione di carbonio di questi giochi, riassorbendo e riequilibrando la maggior parte di Co2 emesso per organizzarli, per gestirli, per gli spostamenti e quant’altro. L’area interessata dal parco olimpico, su cui stanno lavorando attualmente oltre 10 mila addetti, è stata reperita anche facendo grandi demolizioni nel tessuto urbano: sono stati abbattuti 220 palazzi, ma le macerie al 90% verranno riutilizzate per la costruzione delle nuove strutture, alcune delle quali saranno permanenti, altre come lo stadio della pallavolo sono destinate a essere smontate a giochi finiti.

In più, pensando alle Olimpiadi, Londra guarda al 2012 e si prepara ad accogliere turisti e tifosi con una flotta di taxi a idrogeno, previsti dal progetto,  Zero Emission London Taxi Commercialisation, capitanato da Lotus Engineering, la divisione ingegneristica della Lotus.
La tecnologia (fuel cell) messa a punto da Intelligent Energy permetterà ai veicoli di coprire una velocità massima di 130 chilometri orari: con un pieno di idrogeno i taxi potranno percorrere oltre 400 km ricaricandosi nelle sei stazioni di rifornimento che  dovrebbero essere pronte entro il 2012. Le nuove vetture avranno un prezzo accessibile, e tempi di rifornimento velocissimi in più lo spazio per i passeggeri all’interno dell’automobile rimarrà invariato.
L’obiettivo finale è quello di ridurre le emissioni del 10 per cento, oltre ovviamente a risparmiare soldi che la società ha già in programma di reinvestire in progetti di risparmio energetico.

Le gare olimpiche saranno ospitate in 33 impianti, nel cosiddetto “Olympic Village” nella zona est di Londra. Il villaggio olimpico avrà ben 17.320 posti letto e diversi altri servizi per atleti e pubblico.

Le zone di Londra maggiormente interessate saranno tre:

1) The Olympic Zone, denominata comunemente il Parco Olimpico , si estende per un  raggio di circa 2 km ed é situata a Stratford, nell’est londinese. Il parco dovrebbe contenere:

– Lo Stadio Olimpico, che ospita la pista di atletica e le cerimonie di apertura e di chiusura.
– Il Centro Acquatico per nuoto, nuoto sincronizzato e pallanuoto.
– Il Velopark Londra, tra cui un velodromo coperto che può contenere fino a 6.000 persone,
– L’ Olympic Hockey Centre che ospita l’hockey.- Quattro arene al coperto, che ospiteranno basket, scherma, pallavolo, pallamano.
– Il villaggio olimpico di Londra, con sistemazioni per tutti gli atleti e funzionari accreditati (circa 17.320 posti letto in totale).
– La stampa olimpica e Centri Broadcast.

2) The River Zone(la zona del fiume) che conterrà:

– L’Excel Exhibition Centre, per la boxe, scherma, judo, tennis da tavolo, taekwondo, sollevamento pesi, e lotta.
– Il Millennium Dome di Greenwich, per badminton, basket, ginnastica.
– Greenwich Park, per equitazione.
– Il Royal Artillery Barracks, per le riprese.

3) The Central Zone (la zona centrale), sarà formata da tutte le sedi rimanenti nella Grande Londra e conterrà:

– Stadio di Wembley.
– Wembley Arena per il badminton e ginnastica ritmica.
– L’All England Lawn Tennis e Croquet Club di Wimbledon per il tennis.
– Lord’s Cricket Ground per il tiro con l’arco.
– Regent’s Park per il ciclismo su strada.
– Horse Guards Parade per il beach volley.
– Hyde Park per il triathlon.
– Earls Court per la pallavolo.

Ci sono stati due loghi per la XXX Olimpiade: uno per la seconda fase della procedura di assegnazione, creata da Kino Design e un secondo ideato per gli stessi Giochi Olimpici. L’ultimo, ideato da Wolff Olins. Il logo è una rappresentazione del numero 2012, con gli anelli Olimpici inseriti nello 0. La scritta “london” appare nel 2 di “2012“. Questa è la prima volta che lo stesso logo viene usato per i giochi Olimpici e Paralimpici. Inoltre, è anche la prima volta nella storia delle Olimpiadi, che un logo viene mostrato in vari colori. Il logo delle Paralimpiadi, mostra una varietà di colori, tra cui il magenta, il viola, l’arancione e il verde. Gli ultimi quattro, delle differenti versioni del logo ufficiale, invece sono di colore celeste, arancione, verde e magenta.

E’ dal 2008 che sulle Olimpiadi 2012 si montano ipotesi più o meno fantasiose per quanto riguarda la musica. Nel corso dei mesi si è parlato di affidare a Damon Albarn la conduzione della cerimonia d’apertura, poi di una reunion ad hoc delle Spice Girls, quindi di far salire sul palco Rolling Stones, Bowie, Van Morrison e Jimmy Page, infine di far costituire un apposito supergruppo con Paul McCartney e Ringo Starr più Rolling Stones e Sex Pistols. Quest’ultima bizzarra ipotesi è stata caldeggiata nello scorso aprile dallo sportivo Sir Steve Redgrave, cinque medaglie d’oro ai giochi olimpici in cinque edizioni consecutive dal 1984 al 2000. E qualche giorno fa si è pure parlato di una sorta di Beatles 2.0, cioé di Sir Paul con Ringo. Oggi Raf Sanchez del “Daily Telegraph”, ostentando una certa sicurezza, riferisce che la colonna sonora della cerimonia d’apertura è stata affidata a McCartney. La decisione, che per ora non pare ufficiale, sarebbe stata presa dopo che i Rolling Stones si sono detti “non interessati” e Robert Plant lo stesso. In quanto a Ringo, il batterista proprio in quel giorno -27 luglio 2012- sarebbe impegnato in un tour statunitense. Un controllo sul sito ufficiale dell’ex Fab permette però di appurare che gli impegni live di Ringo terminano il 20 novembre 2011.

Cominciamo quindi il conto alla rovescia…in bocca al lupo Londra!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...